Via Spinale 37b - 38086 - Madonna di Campiglio (TN) Dolomiti
Tel: +39 0465 441033 - info@hotelchaletdelsogno.com

Journal
27032020

Dolomiti di Brenta: Tre luoghi da non perdere

Tra boschi di abete e larice, valli verdi e cime innevate le Dolomiti di Brenta offrono sempre scenari meravigliosi da visitare

Tre luoghi imperdibili nelle incantevoli Dolomiti di Brenta

Dichiarate Patrimonio dell’Umanità nel Giugno del 2009, le Dolomiti di Brenta sono uno dei nove sistemi dolomitici, situate nella parte più occidentale della provincia di Trento, si differenziano dalle altre regioni dolomitiche per le loro forme maestose e superbe, come grattacieli di dolomia modellati dall’erosione nelle forme più affascinanti possibili.

Ecco tre luoghi imperdibili da visitare durante il vostro soggiorno:



Il Parco naturale dell’Adamello Brenta

Tra i luoghi più belli e incontaminati c’è sicuramente il Parco Naturale Adamello Brenta, 620 Kmq di natura incontaminata tra i 470 e i 3500 metri di altitudine. Nel 2008 è entrato a far parte della rete Europea e Mondiale dei Geoparchi, classificati dall’UNESCO, a testimonianza della ricchezza e della straordinarietà del suo patrimonio geologico, e da un forte legame con la gente del posto nello sviluppo sostenibile di questo territorio.
 
Tra boschi, cascate, torrenti e sentieri, il parco offre la possibilità di escursioni per tutti, alpinisti esperti, principianti ma anche per famiglie con passeggini, sempre circondati da paesaggi spettacolari e unici, caratterizzati in tutto l’orizzonte dalla diversità geologica e geomorfologica dei due massicci montuosi che li contraddistinguono, le Dolomiti di Brenta (Patrimonio dell’Umanità) e il Gruppo dell’Adamello/Presanella.
 
Da non perdere sicuramente una gita al Lago di Tovel, un vero gioiello naturale a 1178 m d’altitudine. Conosciuto anche come il “Lago Rosso” poiché negli anni ‘60 era famoso per il particolare fenomeno dell’arrossamento delle sue acque, dovuto fioritura di un'alga che viveva nelle acque del lago. Ma anche alcuni valli incantate come la Val Genova e la Val Brenta, vere e propri paradisi contraddistinti da una grande varietà di flora e fauna.

Rifugi alpini e malghe con i loro alpeggi offrono agli escursionisti la possibilità di gustare piatti tipici e prodotti a km0 come formaggi, miele, salumi, e anche un assaggio delle tradizionali grappe aromatizzate alle erbe di montagna.

La Via delle Bocchette

La Via delle Bocchette, forse la più famosa via in alta quota delle Dolomiti, è l’ideale per chi ama l’avventura e vuole conoscere la vera essenza delle Dolomiti di Brenta. Uno dei più completi e articolati sistemi di vie ferrate delle Alpi, sono sentieri attrezzati che percorrono le Dolomiti di Brenta su cengie naturali ad un’altitudine superiore ai 2400 metri, collegando i rifugi d’alta quota e permettendo anche ai non alpinisti di vivere la montagna in maniera sicura ammirandone paesaggi surreali.
 
La via delle Bocchette inizia presso la Bocca di Brenta (2552 m), a pochi minuti dal rifugio Tosa Pedrotti (2491 m) con scorci mozzafiato sul Campanil Basso e il Crozzon di Brenta, e termina alla Bocca di Tuckett (2648 m), da dove si scende presso il rifugio Tuckett (2270 m.) per rientrare a Madonna di Campiglio. All'interno del tragitto l'unico punto di appoggio intermedio è il rifugio Alimonta (2580 m), raggiungibile dalla Bocca dei Armi (2749 m).
 
Proprio la Bocca dei Armi divide in due il Sentiero delle Bocchette: le Bocchette Centrali e le Bocchette Alte. Passaggi esposti, scalette, piccoli ghiacciai, e anche fossili, e ovviamente una costante vista sulle cime principali del Gruppo di Brenta. La Via delle Bocchette si può raggiungere dal paese di Madonna di Campiglio attraverso la splendida Vallesinella e le sue cascate, o utilizzando la cabinovia Grostè per portarsi in quota.
 

IL LAGO NERO

Situato in fondo ad una delle valli più suggestive del Parco Naturale Adamello Brenta, la Val Nambrone, è il punto panoramico per scattare “la foto” alle Dolomiti di Brenta, un luogo di pura bellezza e tranquillità, con un orizzonte da quadro.
 
Uno di questi posti dove il tempo si ferma, e la magia della natura ti circonda. Si raggiunge dal Rifugio Cornisello, presso gli omonimi laghi, attraverso un sentiero ripido ma non troppo lungo, con vista iniziale sulle cime suggestive della Presanella (3558 m.)
 
Lo staff di Chalet del Sogno vi aiuterà ad organizzare la giornata perfetta per voi alla scoperta di questi e tanti altri incantevoli luoghi.


Articoli collegati

VANTAGGI ESCLUSIVI

PRENOTA SUL NOSTRO SITO:

Considerato il momento di incertezza, desideriamo offrire ampia libertà,

tutte le prenotazioni  effettuate sino al 30 Settembre,

a prescindere dalla tariffa, potranno essere modificate sino

a 3 giorni prima dell'arrivo senza costi aggiuntivi 

Video

 VIDEO

DELL'HOTEL